mercoledì, Aprile 17, 2024

Due anni di guerra in Ucraina, il 40% della popolazione ha bisogno di supporto umanitario

Sono più di 10 milioni i rifugiati: 6,5 milioni hanno cercato riparo all'estero, mentre 3,7 milioni sono sfollati in Ucraina.

Condividi

Alla vigilia del secondo anniversario dell’avvio dell’aggressione dell’Ucraina da parte della Federazione Russa, il futuro di milioni di persone in fuga rimane avvolto nell’incertezza. Secondo l’UNHCR, in Ucraina circa il 40% della popolazione ha bisogno di supporto umanitario e di protezione. Attualmente sono più di 10 milioni i rifugiati ucraini: 6,5 milioni hanno cercato riparo fuori dal loro Paese, mentre circa 3,7 milioni di persone sono ancora sfollate all’interno del Paese.

Secondo i risultati preliminari di un recente studio dell’UNHCR, la maggior parte dei rifugiati e degli sfollati interni ucraini intervistati (rispettivamente il 65% e il 72%) ha espresso il desiderio di poter tornare a casa un giorno. Lo studio si basa su interviste condotte a gennaio e febbraio di quest’anno con circa 9.900 famiglie ucraine di rifugiati, sfollati interni e persone rientrate all’interno e fuori del Paese. Le persone costrette alla fuga intervistate hanno citato l’insicurezza prevalente in Ucraina come il principale fattore che impedisce il loro ritorno, mentre altre preoccupazioni includono la mancanza di opportunità economiche e di alloggi.

In Ucraina solo il 13% degli aiuti necessari

Una priorità fondamentale per l’UNHCR è quella di riparare le case in Ucraina, in modo che le persone possano rimanere nelle loro abitazioni. Ad oggi sono state riparate più di 27.500 case. Tuttavia, tra i rifugiati rimpatriati intervistati in Ucraina, più della metà – il 55% – ha dichiarato che le opportunità di lavoro sono inferiori alle loro aspettative. Preoccupante è il fatto che una percentuale significativa di rifugiati ucraini intervistati – circa il 59% – ha indicato che potrebbe essere costretta a tornare a casa sebbene non si tratti della scelta preferita a causa della guerra in corso, se nei Paesi ospitanti dovessero rimanere i problemi legati alle opportunità di lavoro e allo status legale.

L’UNHCR chiede 993,3 milioni di dollari, di cui 599 milioni per l’Ucraina e il resto per sostenere i rifugiati nei Paesi ospitanti. La situazione in Ucraina è attualmente finanziata solo al 13%.

Alberto Pizzolante
Alberto Pizzolante
Nato in provincia di Lecce nel 1997, si è laureato in Filosofia presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dirige likequotidiano.it.

Sullo stesso argomento

Simili

Dello stesso autore