Il mistero della morte del negoziatore Denis Kireev

Denis Kireev è stato ucciso durante un tentativo di arresto. Secondo i media, era una spia russa. Secondo l'esercito, era una spia Ucraina.

Denis Kireev, membro della squadra negoziale ucraina, è morto. Questo sembra essere certo. Non sono per nulla chiare le cause della sua morte. Secondo alcuni media, Kireev era una spia russa e sarebbe stato ucciso dai servizi segreti ucraini (Sbu). Denis Kireev sarebbe stato ucciso durante un tentativo di arresto o sarebbe stato giustiziato all’ingresso di un tribunale nel centro di Kiev. Un tweet del comando delle forze armate ucraine ha invece spiegato che l’ex negoziatore non era una spia russa, bensì una spia ucraina. Secondo l’esercito, l’uomo sarebbe caduto mentre svolgeva compiti speciali. Il suo sacrificio, scrive l’esercito, “avvicinerà l’Ucraina alla vittoria“.

Denis Kireyev era un banchiere. Dal 2006 al 2008 ha lavorato presso SCM Finance, dove ha ricoperto la carica di vicedirettore generale. Ha poi lavorato per l’azienda austriaca GROUP SLAV AG Klyuyev. Dal 2006 al 2012 è stato anche componente del Consiglio di Sorveglianza di Ukreximbank. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto la carica di Primo Vice Presidente del Consiglio di Oschadbank.

Il nome di Kireev non compariva nell’elenco della delegazione ufficiale del governo ucraino che ha partecipato al negoziato. Denis Kireev, come riporta Obozrevatel, era un uomo vicino ad Andriy Klyuyev, persona di fiducia dell’ex presidente filo-russo Victor Yanukovich. Andriy Klyuyev è noto per le sue attività volte alla destabilizzazione dell’Ucraina a favore dei filo-russi. Secondo i media russi, l’omicidio è un atto intimidatorio indirizzato ai negoziatori ucraini. Il presidente della Commissione esteri della Duma russa, Leonid Slutsky ha dichiarato che “non sono ancora chiare informazioni sul fatto che Kireyev sia stato effettivamente ucciso“.

Articoli Simili

Related articles