lunedì, Marzo 4, 2024

Ucraina, Izyum: le immagini del massacro

A Izyum più di 440 cadaveri sono stati "sepolti" in una fossa comune. I corpi hanno corde intorno al collo, mani legate, orecchie mozzate.

Condividi

A Izyum l’esercito ucraino, che ha da pochi giorni riconquistato la città, ha rinvenuto più di 440 cadaveri “sepolti” dall’esercito della Federazione russa in una fossa comune. I corpi hanno corde intorno al collo, mani legate, orecchie mozzate. Diversi cadaveri appartengono a soldati ucraini che sono stati giustiziati. Sono presenti i resti di numerosi civili vittime di attacchi aerei e di intere famiglie con bambini, morti di stenti. L’esercito dell’invasore russo di è ritirato da Izyum una settimana a causa della controffensiva ucraina. Nella regione di Kharkiv sono state scoperte dieci camere di tortura.

«Oggi il mondo deve vedere ciò che l’esercito russo si è lasciato alle spalle. Più di quattrocento tombe si trovano nella foresta vicino a Izyum. Non sappiamo ancora esattamente quanti corpi ci siano… La Russia è già diventata la più grande fonte di terrorismo al mondo, e nessun’altra potenza terroristica si lascia dietro così tanti morti. Questo deve essere riconosciuto legalmente. Il mondo deve agire. La Russia deve essere riconosciuta come Stato sponsor del terrorismo. Garantiremo ai giornalisti il pieno accesso al territorio liberato e a tutti i luoghi di abuso umano, questo ci permetterà di dire al mondo che la russificazione deve essere condannata». Lo ha scritto il Presidente ucraino Zelensky su Telegram, a commento delle immagini della fossa comune rinvenuta nella località. Foto che abbiamo scelto di pubblicare in fondo al presente articolo e di cui sconsigliamo la visione ad un pubblico sensibile.

L’Onu invierà una squadra di esperti per indagare sulla fossa comune e per determinare le circostanze della morte di ciascuna delle persone sepolte. L’alto rappresentante della politica estera dell’Unione europea, Josep Borrell, si è detto «profondamente scioccato dalle fosse comuni scoperte dalle autorità ucraine con oltre 440 corpi a Izyum, recentemente liberata dall’esercito russo. La leadership russa e tutte le persone coinvolte saranno ritenute responsabili. L’Ue sostiene ogni sforzo a tal fine».

LE IMMAGINI CHE SEGUONO POTREBBERO URTARE LA VOSTRA SENSIBILITÀ

Alberto Pizzolante
Alberto Pizzolante
Nato in provincia di Lecce nel 1997, si è laureato in Filosofia presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dirige likequotidiano.it.

Sullo stesso argomento

Simili

Dello stesso autore