Gli ultimi sondaggi prima delle elezioni politiche

I risultati degli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto, sulle motivazioni di coloro che non andranno a votare e su temi di attualità.

Dalla mezzanotte di sabato 10 settembre 2022 non sarà più possibile pubblicare i risultati di sondaggi relativi alla politica italiana. Sintetizziamo quindi i dati elaborati nei sondaggi dai principali istituti di rilevazione nelle ultime ore.

Le intenzioni di voto

Fratelli d’Italia24,6%
Pd-Italia democratica e progressista22,4%
M5s13,8%
Lega12,0%
Forza Italia7,7%
Azione e Italia Viva6,8%
Europa Verde-Verdi e Sinistra Italiana3,4%
+Europa2,2%
Italexit2,0%
Altri5,1%
sondaggi Demos&Pi e Demetra per La Repubblica

Ipsos ha realizzato, per il Corriere della Sera, una simulazione della composizione del prossimo parlamento. Secondo lo stesso istituto, il 10,1% degli elettori non ha ancora deciso chi votare mentre il 33,4% è orientato verso l’astensione.

Centrodestra249 seggi
Centrosinistra82 seggi
Movimento 5 stelle37 seggi
Azione – Italia Viva18 seggi
Italexit8 seggi
Camera dei Deputati
Centrodestra121 seggi
Centrosinistra43 seggi
Movimento 5 stelle19 seggi
Azione – Italia Viva9 seggi
Italexit4 seggi
Senato della Repubblica

Reddito di cittadinanza, test universitari, Presidenza del Consiglio, sanzioni alla Russia

Secondo un sondaggio IZI S.p.A., il 38,4% degli elettori è favorevole al mantenimento del Reddito di cittadinanza, il 50,1% vorrebbe abolirlo mentre il 10,1% non si esprime. Tra i sostenitori del Reddito, l’83,2% ritiene siano necessari maggiori controlli e l’11,5% crede che l’assegno dovrebbe essere di mille euro. Tra coloro che desiderano l’abolizione della misura voluta dal Movimento 5 stelle, il 42,9% pensa che il Reddito disincentivi il lavoro. IZI S.p.A. ha rilevato che il 51,5% degli elettori vorrebbe rimuovere il test d’ingresso nelle università pubbliche, il 33,3% vorrebbe mantenerlo e il 12,1% non si esprime.

Il sondaggio realizzato da Ipsos per ITV Movie ha rilevato che il 58% degli elettori gradirebbe avere Mario Draghi alla Presidenza del Consiglio. Il 29% preferirebbe avere Giorgia Meloni alla guida del Governo. Il 13% si è espresso a favore di altri leader politici. Secondo quanto appurato dallo stesso istituto, il 70% degli elettori ritiene che sanzioni economiche comminate alla Russia stiano facendo più male all’Italia e agli altri paesi europei. Solo il 17% crede che le sanzioni stiano colpendo principalmente la Federazione.

Le motivazioni di coloro che non andranno a votare

Euromedia Research, per Porta a Porta, ha posto ad un campione di indecisi la domanda “Lei è interessato ai fatti della politica?“. Il 19,6% si è detto molto interessato, il 32,9% è interessato ma in modo normale e in concomitanza con fatti importanti e di grande risalto, il 41,4% non è interessato, il 6,1% si definisce indifferente ai fatti della politica.

Hokuto ha analizzato le motivazioni che spingeranno alcuni elettori a non esercitare il proprio diritto al voto. La domanda posta al campione è: “Per quale motivo pensa di non andare a votare?“. Queste le risposte:

I politici son tutti ladri o incompetenti21,9%
È scomodo, lontano, faticoso recarmi ai seggi13%
Non ci sono partiti che mi rappresentano12,5%
Non mi interessa la politica in generale9,6%
Non mi piacciono i candidati7,9%
Non mi sono informato su come si voti e dove6,6%
La politica conta poco, sono altri i luoghi ove si decide5,3%
Non so cosa votare, non riesco a scegliere4,6%
La politica è troppo complicata, ci capisco poco3,5%
Ho altri impegni improrogabili2,8%
Queste elezioni sono irrilevanti2,5%
Ci sono strumenti e modi di influenza maggiore del voto1,6%
Non ho la tessera elettorale1,2%
Riduco le uscite a causa del Covid1,1%
Altro5,9%
Per quale motivo pensa di non andare a votare?

Alberto Pizzolante
Alberto Pizzolante
Nato in provincia di Lecce nel 1997, si è laureato in Filosofia presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dirige likequotidiano.it.

Articoli Simili

Related articles