Le pagelle di Sanremo (parte seconda)

Nella seconda serata del festival di Sanremo molte sono state le rivelazioni, così come le conferme, emozioni, sorrisi e commozione.

- Advertisement -

Debutto col botto per la prima serata del Festival di Sanremo, premiata da ascolti che non si vedevano da anni. E la seconda serata di Sanremo ci concede il bis. Così la gara è andata avanti con l’esibizione degli altri tredici artisti. Molte le rivelazioni, così come le conferme, emozioni, sorrisi e commozione. E noi sempre qui, sul nostro divano al calduccio ce la siamo goduta tutta. Signore e signori, the show must go on!

Sangiovanni – Farfalle: Immagino (le vedo in realtà) migliaia di ragazzine in visibilio. Sangiovanni farà felice: una stuoia di fan impazzite. E non solo. Orecchiabile. La sua è una canzone leggera come le sue farfalle. Niente di più. Voto: 7 –

Lorena Cesarini: Piccola lei. In tutti i sensi. E stasera non ha colore. La lezione agli imbecilli (forse) ci piace. Oltre le lacrime e l’amozione si può dare di più. Voto: 6 –

Giovanni Truppi – Tuo padre, mia madre, Lucia: Per pochi. Una dolce ballata romantica. Non sarà forse una hit radiofonica ma il cantautore napoletano si mostra sul palco per quello che è. Senza filtri. E senza giacca. 7-

Le Vibrazioni – Tantissimo: Ho sempre adorato la loro energia ma questo pezzo è proprio un bho. Adorabile l’omaggio a Stefano D’Orazio. Ma soprattutto uscite Peppe Vessicchio! Voto 6 ½

Checco Zalone: Ode a Luca. Al suo sottile sarcasmo. Lui è tutto fuorché politically correct e chi se ne frega se per molti volgare. A noi piace così. Altro che radical chic! Voto: 10

Laura Pausini: Date un microfono in mano a Laura e compirà miracoli. Lei è Diva, a volte inconsapevolmente Divina. Adoroh! Voto 9

Emma – Ogni volta è così: Un cambio di rotta gradito. Una Emma addolcita e sensuale. Fa suo il palco. Ad ogni modo il suo pezzo senza lode e senza infamia. Voto 7 ½

Matteo Romano – Virale: Non cambia l’idea che i giovani siano sovrastati da questo palco. È un brano che calza a pennello con la sua immagine. Voto 6

Iva Zanicchi – Voglio amarti: L’aquila di Ligonchio vola alto e tira fuori la sua voce. E non ce n’è per nessuna! Prima standing ovation dell’Ariston. Voto: 100 (cit.)

Ditonellapiaga e Rettore – Chimica: Dammi una lame… a no! Però dai ritmo, energia, follia. Portano sul palco il bianco e il nero, e il sound leggero di una canzone che nonostante tutto resta nelle orecchie. Voto: 8

Elisa – O forse sei tu: È la serata dei grandi ritorni, e il suo forse era il più sospirato. Avvolta nel suo abito bianco, come una dea ammalia con la sua voce. Un brano etereo, carismatico e pronto a salire gli scalini più alti del podio. Chapeau! Voto 9 –

Fabrizio Moro – Sei tu: Il suo è come un abbraccio fatto di note e di parole. Le canta e le trasmette e loro arrivano al cuore. Ha scritto un’altra piccola perla. Bravo Fabrizio. Voto 8

Tananai – Sesso occasionale: Tiene bene il palco e non si lascia intimidire. La penna di Antonacci jr (autore delle hit del momento) c’è ma non fa miracoli. Peccato. Voto 7 –

Irama – Ovunque sarai: È un Irama più maturo, che si lascia trasportare dall’emozione e dal sentimento. Un brano che valorizza molto la sua voce. Si riprende (finalmente) quel palco. Lo fa con garbo. Voto: 8+

Aka7even– Perfetta così: Il giovane ex allievo di Amici fa il suo compito. Porta a casa la canzone. Punto. Voto 6

Highsnob e Hu – Abbi cura di te: Dai dite la verità quanti di voi si sono chiesti chi è l’uno e chi è l’altro. La loro canzone ci fa sentire forse un po’ soli e tristi, ma va bene così. La variante Sanremo. Voto 6+

- Advertisement -

ADVERTISEMENT

Simili

Dentro una storia: la forza di Red Canzian e di Emma Marrone

Red Canzian: "L'aria, quella buona e pura, mi mancava tanto" È passato più di un anno dalla morte di Stefano D'Orazio, storico batterista dei Pooh....

Sanremo 2022, storia di un’amicizia

Cala il sipario sul teatro Ariston. Si spengono le luci sull’unico spettacolo che riesce a mobilitare una nazione intera. Sanremo si sa, fa parte...

Sanremo 2022, le pagelle della prima serata

C’è chi le teme, c’è chi le ama, chi ci gioca su, chi le odia. Perché se dici Festival di Sanremo dici pagelle. Alzi...

Fenomeno FantaSanremo

"Papalina". "Ciao zia Mara". "Grazie al pubblico". "Grazie orchestra". Chi si è accorto di queste frasi un po' particolari e ripetute più volte in...

SOCIAL