mercoledì, Maggio 22, 2024

Veltroni, Fazio e Segre protagonisti della quarta giornata di Bookcity

Condividi

All’indomani dell’inaugurazione, insieme allo scrittore turco Orhan Pamuk, BookCity Milano 2023 continua con tanti eventi dedicati al Tempo del Sogno e diffusi in tutta la città, ma anche a Cremona e a Lodi. Al tema dell’anno è ispirata la partecipazione a Bookcity 23 di sette editori cattolici, coordinati dalla Diocesi di Milano, che si uniscono per la prima volta in un’iniziativa comune, proponendo una serie di incontri intitolati Artigiani di sogni – Due giorni, dieci incontri, una comunità; il progetto verrà presentato al Palazzo Arcivescovile alle 18.30, con il giornalista Mario Calabresi e l’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, moderati dalla giornalista Catia Caramelli.

Al tempo del sogno sono dedicati gli appuntamenti del ciclo Mediterraneo. Interfacce di culture, quattro conversazioni condotte da Maurizio Harari, tra cui quella con José Enrique Ruiz-Domènec: Il sogno di Ulisse. Storia umana del Mediterraneo dalla guerra di Troia all’emergenza degli sbarchi, alle ore 18:00 alla Fondazione Luigi Rovati; e ancora, alle 18.30 alla Feltrinelli di Piazza Piemonte, Il sogno di un mondo migliore. Storia di John e Bob Kennedy, con Walter Veltroni e Ferruccio De Bortoli.

Tra le tante novità di Bookcity, anche l’inaugurazione della Casa della Voce, il nuovo spazio che l’Area Biblioteche del Comune di Milano dedica alle forme di cittadinanza attiva che operano in città nell’ambito della lettura, negli spazi dell’ex Fornace di via Gola (Alzaia Naviglio Pavese 16): l’inaugurazione si terrà alle 18.00 e prevede un intervento dell’attrice Anna Nogara che, per l’occasione, leggerà ad alta voce alcuni testi di Carlo Emilio Gadda, in occasione dei cinquant’anni dalla morte.

Dalla pubblicazione della sceneggiatura, mai girata, del docu-film scritto da Franco Solinas e Jean-Paul Sartre, conservato nell’archivio storico Eni, nasce l’incontro Un Dio nero, un diavolo bianco. L’Italia, l’Africa ed il cinema. La guerra d’indipendenza algerina, il cinema industriale, il ruolo degli intellettuali, l’anticolonialismo e il terzomondismo in Italia sono protagonisti di un film (e di un libro) che saranno lo spunto per parlare del complesso clima politico e culturale di un’epoca, con Paola Piacenza, Mohamed Challouf e Luca Peretti, alle 17.00 al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci.

Al Piccolo Teatro Studio Melato, alle 20.30, Passione, reading-spettacolo musicale di e con Maurizio de Giovanni, una co-produzione di Intesa Sanpaolo e The Italian Literary Agency: un viaggio nella storia della canzone napoletana, un viaggio che racconta dei suoi autori, ma anche un viaggio attraverso i romanzi del commissario Ricciardi, dove Maurizio de Giovanni racconta quanto la canzone napoletana sia specchio dell’anima dei suoi protagonisti e possa a volte cambiare il loro destino. La storica emittente milanese Radio Popolare, che da sempre accompagna Bookcity, quest’anno partecipa con un proprio palinsesto all’Auditorium Demetrio Stratos: il libro fotografico di Guido Harari su Enzo Jannacci, le partigiane raccontate da Serena D’Angelo e Stefano Catone, il gruppo di architetti milanesi e antifascisti narrati da Gianni Biondillo.

In occasione di Bookcity 23 sarà anche possibile visitare diverse mostre: nel cortile d’Onore di Palazzo Reale sarà installata la scultura multimediale site-specific La Luce della Mente – un’insegna urbana, realizzata dall’artista Federica Marangoni. Nel portico dell’Elefante verrà esposta una mostra con le fotografie più belle del contest #lamiabellitalia, a cura di Bell’Italia. All’ADI Design Museum è in mostra per la prima volta la collezione completa dei Manuali Tipografici composti a mano in caratteri mobili dalla Casa editrice Tallone.

Alle ore 17.30 al Teatro Franco Parenti, La durata è la forma di resistenza di un teatro. I 50 anni dei Chille, con Tommaso Sacchi, Franco Acquaviva, Andrée Ruth Shammah, Giulia Alonzo, Michele Pascarella e Claudio Ascoli; l’incontro con gli autori di thriller Donato Carrisi (al Castello Sforzesco alle 18.30 insieme a Geppi Cucciari) e il francese Franck Thilliez (al Castello Sforzesco alle 18.30 insieme a Fabiano Massimi); i fumettisti Leo Ortolani e Tito Faraci presentano i Tarocchi disegnati da Ortolani alle 18.30 in Triennale Milano; Emanuele Fiano dialoga con Fabio Fazio e la senatrice Liliana Segre, alle 18.30 al Memoriale della Shoah – Binario 21; lo scrittore e giornalista britannico Tim Parks racconta Giuseppe Garibaldi, di cui ha ripercorso i passi attraverso l’Umbria e la Toscana, prima di attraversare gli Appennini, verso l’Adriatico e la Repubblica indipendente di Venezia.

Clicca qui per consultare il programma completo.

Sullo stesso argomento

Simili

Dello stesso autore