Colle, Letta: si chiude venerdì con Casini o Mattarella

Secondo l'indiscrezione, il segretario del Pd avrebbe comunicato ai grandi elettori l'intenzione di chiudere con l'elezione di Casini.

11:49 Alessandra Sardoni (La7), comunica una precisazione del Partito Democratico: “Non è stato proposto il nome di Casini. Il segretario ha comunicato che il centrodestra ha bocciato tutti i nomi terzi: Mattarella, Draghi, Casini, Amato”. Enrico Mentana: “Le riunioni sono segrete, non è accettabile l’invito ad attenersi ai fatti da parte dello staff del Pd. Non accettiamo lezioncine da persone che non sanno dove sia la trasparenza”.

10:15 “In questo Parlamento, in cui non c’è una maggioranza di centrodestra o di centrosinistra perché si riesca ad eleggere come tutti noi vogliamo e come i cittadini italiani vogliono un presidente della Repubblica o una presidente della Repubblica c’è bisogno che non ci sia nessuno vincitore o dei vinti. Bisogna che tutti si concorra a una soluzione senza vincitori e vinti, se non si esce da questa logica credo che non ci si riuscirà”. Così il segretario del Pd Enrico Letta arrivando a Montecitorio per il vertice con M5S e Leu prima dell’avvio della quarta giornata di votazioni. “Mi sembra che nelle ultime ore dei passi avanti si siano fatti quindi io guardo le cose con fiducia e ottimismo proprio perché si sta andando verso una logica di dialogo ed è l’unica possibilità: né vincitori né vinti, dialogo e soluzione”.

22:18 Le agenzie confermano l’intenzione di Enrico Letta di eleggere il prossimo presidente della Repubblica entro venerdì. Domani il Pd dovrebbe lasciare bianca la scheda elettorale.

22:01 Secondo quanto rivelato in diretta da Massimo Giletti, durante la trasmissione Non è l’Arena su La7, i partiti di maggioranza starebbero per chiudere la partita del Quirinale sulla candidatura di Pier Ferdinando Casini. La fonte del conduttore è uno dei grandi elettori presenti nella riunione del Partito Democratico che si sta tenendo in questi minuti. Secondo l’indiscrezione, Enrico Letta avrebbe dato come limite massimo per l’elezione di Casini la giornata di Venerdì. Se non dovesse andare in porto l’elezione di Casini, si percorrerebbe la strada di un Mattarella-bis.

Articoli Simili

Related articles