Vettel attacca Mattarella per il sorvolo delle Frecce Tricolori a Monza

Secondo Vettel, il Capo dello Stato «Ha circa 100 anni, quindi forse è difficile per lui lasciare andare questo tipo di cose legate all'ego».

Il pilota di Formula 1 Sebastian Vettel ha attaccato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La causa dell’attrito è il sorvolo delle Frecce Tricolori e di un aereo di linea con i colori italiani a Monza in apertura del Gran premio di Formula 1. L’organizzazione in precedenza si era proposta di abolire l’esibizione aerea a causa dell’elevata quantità di anidride carbonica prodotta. Secondo Vettel, Campione del mondo per quattro anni, la Formula 1 avrebbe avrebbe ceduto alle richieste di sorvolo provenienti dal Capo dello Stato.

«Ho sentito dire che il Presidente dell’Italia insisteva per avere il sorvolo», ha dichiarato il pilota. «Ha circa 100 anni, quindi forse è difficile per lui lasciare andare questo tipo di cose legate all’ego. Ci avevano promesso che i sorvoli sarebbero finiti, ma sembra che il Presidente abbia cambiato idea e la F1 si sia arresa nonostante i tabelloni intorno alla pista su determinati obiettivi legati a rendere il mondo un posto migliore. Se hai un obiettivo, non dovresti trascurare il fatto che non lo raggiungerai dovresti attenerti alla parola che hai pronunciato. Ma il tempo lo dirà».

Il presidente dell’Automobile Club Milano, Geronimo La Russa, ha definito le parole di Vettel come «una brutta caduta di stile». «È una polemica che offende il Presidente della Repubblica e tutti noi. Ringraziamo Mattarella per essere venuto qui a celebrare il centenario dell’autodromo. L’aereo di ieri ha volato, per la prima volta, con una dose pari al 25% di carburante bio, un esperimento importante anche per l’aviazione civile. Mi hanno sempre insegnato che il Presidente della Repubblica si ascolta e non si commenta, soprattutto se sei ospite di un Paese straniero. Il sorvolo delle Frecce Tricolori sono un orgoglio italiano: spiace che un campione del mondo, che ha pure vinto il suo primo GP a Monza, sia scivolato su una polemica tanto inutile, quanto pretestuosa. Non gli resta che chiedere scusa al Presidente Mattarella e a tutti gli italiani», ha detto La Russa.

Alberto Pizzolante
Alberto Pizzolante
Nato in provincia di Lecce nel 1997, si è laureato in Filosofia presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dirige likequotidiano.it.

Articoli Simili

Related articles