Al via gli Stati generali della Scuola. Il programma

Dal 18 al 20 febbraio, a Roma, saranno riuniti gli Stati generali della Scuola. L'obiettivo è una riforma complessiva del sistema scolastico.

Dal 18 al 20 febbraio, a Roma, saranno riuniti gli Stati generali della Scuola. L’iniziativa, organizzata dall’Unione degli studenti, vede già l’adesione di più di 600 studenti, oltre a numerose realtà sociali e politiche. Alla tre giorni sono invitati gli organi di stampa, i docenti e anche il ministro Bianchi e i sottosegretari all’Istruzione. Inoltre, agli Stati generali della Scuola parteciperanno Rete della Conoscenza, Link, Federazione Lavoratori della Conoscenza – CGIL, Coordinamento Nazionale Precari Scuola, ActionAid, Sbilanciamoci, Arci, Libera, Legambiente e Priorità alla Scuola.

Pensare ad una nuova scuola

Nel comunicato dell’UdS, si legge che “dallo scoppio della pandemia, la scuola è tornata al centro del dibattito ma le sue carenze strutturali non sono mai state affrontate veramente mettendo in campo le risorse necessarie per interventi strutturali. L’edilizia scolastica, le classi sovraffollate, l’ecologia integrale, il diritto allo studio, i trasporti pubblici, il benessere psicologico sono solo alcuni dei temi che abbiamo messo al centro del dibattito negli scorsi mesi.

Da un anno abbiamo avviato e aderito alla campagna Cantiere Scuola, abbiamo discusso e ci siamo confrontati per ricostruire un nuovo immaginario del sistema educativo del nostro paese. Il 19 Novembre, il 10 e il 16 dicembre a migliaia siamo scesi nelle piazze del Paese, abbiamo occupato e autogestito scuole. È giunta l’ora di mettere a sistema tutte le riflessioni e i ragionamenti che abbiamo prodotto. È a partire dalla scuola e dai luoghi della formazione che possiamo immaginare una società più equa e avviare l’uscita del nostro paese dalla crisi economica e sociale. Perciò, convochiamo gli “Stati Generali della Scuola” dal 18 al 20 febbraio a Roma.

Sarà un momento fondamentale per una riflessione collettiva sul ruolo sociale e politico della scuola. Saranno tre giorni di dibattito in cui ci confronteremo su come il sistema educativo del nostro paese debba cambiare. Invitiamo tutte le organizzazioni e i movimenti del paese a partecipare a questo momento. Invitiamo la politica tutta ad ascoltare le riflessioni e le elaborazioni che tutte e tutti costruiremo.

Il programma

Venerdì 18: Apertura Stati Generali – Snodo (Via del Mandrione, 63)

  • 18.30 – 20.30: Dibattito la Scuola cos’è: nuovi orizzonti e paradigmi sui quali riflettere il sistema scolastico; narrazione delle esperienze territoriali studentesche e interventi delle realtà organizzatrici;
  • 20.30 – 22.30: Arci Sparwasser: Serata benefit Stati Generali.

Sabato 19: Tavoli di lavoro e socialità – Università La Sapienza, Piazza del Parco Caduti 19 luglio 1943

  • 9.30 – 13.00: Accesso all’istruzione e disuguaglianze, Partecipazione e rappresentanza, Antifascismo e Antirazzismo;
  • 14.30 – 18: 4 tavoli Didattica e Valutazione, Salute e Benessere psicologico, Scuola e territorio, Clima.
  • 20.30: cena comune e musica dal vivo, Centro Sociale Brancaleone.

Domenica 20 Dibattito e conclusioni plenarie – Teatro Italia

  • 9.30 – 11: Relazione tavoli di lavoro. Interventi di Collettivo di Fabbrica GKN, Libera contro le mafie, FFF, NUDM, Sbilanciamoci, e altre organizzazioni studentesche;
  • 11 – 12.30: Dibattito con la politica. Il Ministro o la Sottosegretaria dialogano con studentesse, studenti e docenti. Modera: Bianca Chiesa, Unione degli Studenti;
  • 12.30 – 13: Conclusioni di Luca Redolfi, Unione degli Studenti.

Articoli Simili

Related articles